Salisburgo incontra Venezia, le creazioni Barovier&Toso per l’Hotel Stein

Fondato nel 1399, lo storico Hotel Stein di Salisburgo riapre dopo un importante intervento di restauro e ha scelto Barovier&Toso per l’illuminazione delle suite e delle parti comuni.

“Salisburgo incontra Venezia” è il tema che guida l’interior dell’hotel: un tema che rimarca il forte collegamento culturale e artistico tra le due città, realizzato attraverso il sapiente uso dei colori e la presenza di grandi fotografie di Luigi Caputo, fotografo e artista italiano che vive a Salisburgo, che ha interpretato la bellezza di entrambe.

Una cascata di vetro azzurro

Nella declinazione del tema non poteva mancare l’eccellenza del vetro veneziano: Barovier&Toso ha realizzato per l’Hotel Stein una magnifica installazione alta sette piani, al centro della grande scala, una cascata di vetro azzurro che accoglie gli ospiti in un tripudio di riflessi.

Cà Rezzonico

Ma il “signature piece” dell’Hotel è il lampadario Cà Rezzonico, un classico lampadario veneziano reinterpretato in un formato bidimensionale: piatto invece che circolare, è esposto come un quadro in quattro pezzi unici alle finestre del piano terreno.

Samuraim Marta, Ranm Manhattan, Taif, Izmir

Impreziosiscono l’hotel anche molte lampade e lampadari delle collezioni Samurai, Marta, Ran, Manhattan, Taif e Izmir.

Espressione dell’eccellenza dell’arte vetraria muranese, Barovier&Toso dona agli spazi dell’Hotel Stein una forte connotazione stilistica che si abbina perfettamente con la scelta di arredi moderni e ricrea un’immagine nuova e internazionale.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *