Servizio di illuminazione pubblica, gara Consip per quasi un miliardo di euro

Consip spa (www.consip.it) è la società per azioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) che opera al servizio delle pubbliche amministrazioni. L’ambito di intervento è volto da un lato a fornire servizi di consulenza e di assistenza progettuale, organizzativa e tecnologica per l’innovazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) e della Corte dei conti (Cdc); dall’altro, a gestire il Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

 

La società ha indetto la gara per l’affidamento del Servizio luce e dei servizi connessi per le Pubbliche Amministrazioni, giunta alla sua terza edizione. La convenzione offre la possibilità di affidare l’intero ciclo di gestione degli impianti di illuminazione pubblica e degli impianti semaforici a un unico soggetto, consentendo l’ottimizzazione dei processi di erogazione dei servizi attraverso una riduzione del fabbisogno energetico e una pianificazione organica delle attività di manutenzione, con conseguente riduzione dei costi di gestione e dell’impatto ambientale.

 

A oggi, sono circa 300 i comuni piccoli, medi e grandi che hanno aderito alle prime due edizioni della convenzione (la seconda è ancora in corso), ottenendo complessivamente una riduzione di 350.000 kwh/anno sui consumi energetici corrispondenti a una mancata emissione in atmosfera di 15.000 tonnellate di CO2, e beneficiando di un risparmio medio di circa il 30% rispetto al costo del servizio tradizionale.

 

La convenzione prevede un massimale di fornitura (ovvero il valore complessivo dei beni/servizi acquistabili dalle PA al prezzo convenuto nel periodo di durata della convenzione stessa) di 967 milioni di euro. Consip stipulerà con gli aggiudicatari un contratto-quadro, sul quale ciascuna amministrazione potrà emettere, anche on line, gli ordinativi per far fronte ai propri eventuali fabbisogni, alle condizioni di qualità e di prezzo aggiudicate, semplificando in tal modo il processo di approvvigionamento.

 

La convenzione avrà una durata di 24 mesi dalla data di attivazione e potrà essere prorogata fino a un massimo di ulteriori 12 mesi. La gara, aggiudicata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, è suddivisa in otto lotti geografici. Gli importi massimi per ciascun lotto sono:
– Lotto 1 (Lombardia, Liguria, Valle d’Aosta, Piemonte): Euro 193.000.000, IVA esclusa;
– Lotto 2 (Friuli V.G., Trentino A.A., Veneto): Euro 113.000.000, IVA esclusa;
– Lotto 3 (Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria): Euro 187.000.000, IVA esclusa;
– Lotto 4 (Sardegna): Euro 40.000.000, IVA esclusa;
– Lotto 5 (Lazio, Abruzzo): Euro 120.000.000, IVA esclusa;
– Lotto 6 (Campania, Molise): Euro 87.000.000, IVA esclusa;
– Lotto 7 (Puglia, Basilicata, Calabria): Euro 127.000.000, IVA esclusa;
– Lotto 8 (Sicilia): Euro 100.000.000, IVA esclusa.

 

I singoli contratti attuativi che le amministrazioni stipuleranno con i fornitori potranno avere una durata di cinque anni (contratto standard) ovvero di nove anni (contratto esteso).

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico