Smart+ HomeKit: la luce si accende con il comando vocale

Ledvance, licenziataria del marchio di prodotto Osram per l’illuminazione generale, inaugura la nuovissima gamma Smart+ con una lampadina LED a goccia e una striscia LED in esclusiva per Apple HomeKit.

Le due sorgenti luminose a marchio OSRAM potranno essere gestite tramite l’assistente vocale SIRI o l’app Casa di Apple. Per la prima volta, senza bisogno di gateway.

Bastano pochi semplici passi per connettere la lampadina e la striscia LED all’app Casa, preinstallata sui dispositivi Apple. Accendere e spegnere le luci, regolare l’intensità luminosa o cambiare il colore sarà a quel punto a portata di iPhone, iPad o Apple Watch. Senza bisogno di gateway o bridge, poiché i dati vengono trasmessi tramite bluetooth. Le sorgenti luminose potranno essere gestite, singole o in gruppi, non solo dall’app ma anche tramite comandi vocali a SIRI.

Controllo delle luci di casa da remoto

Dimenticare la luce accesa sarà un lontano ricordo per chi possiede la Apple TV o l’iPad (versione iOS10 o successive). Utilizzandoli come centro di comando, infatti, l’utente potrà controllare le luci di casa da remoto e persino includerle nelle automazioni. Potrà fare in modo, per esempio, che le luci si accendano automaticamente non appena si abbassano le tapparelle (circuiti IFTTT if-this-then-that), il tutto connettendo diversi dispositivi abilitati Apple HomeKit.

Risparmio energetico

La lampadina LED a goccia con attacco E27 è la perfetta sostituta delle lampadine tradizionali da 60W. Riduce notevolmente i consumi energetici e permette di creare sempre l’atmosfera giusta, variando la tonalità di luce dal bianco caldo (2700 Kelvin) al bianco freddo (6500 Kelvin). Per quanto riguarda il colore, poi, la scelta è tra oltre 16 milioni di colori. Stesse opzioni cromatiche anche per le strisce flessibili autoadesive, che possono essere estese fino a 6m e posizionate dovunque in casa a seconda delle proprie necessità.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico