Tendente Infinito

Dreams of a possible city – Installazione luminosa di Massimo Uberti alla Fondazione Stelline di Milano

L’artista della luce Massimo Uberti ha pensato al Chiostro della Magnolia come al luogo più adatto ad accogliere la sua ultima opera: DREAMS OF A POSSIBLE CITY – Tendente Infinito, una delle installazioni luminose più grandi del mondo, la seconda in Italia, con un diametro di 27 metri e un’altezza da terra di 14.

Si tratta di un intervento "site specific" (appositamente ideato per lo spazio interno del Chiostro della Magnolia e per il cielo stellato notturno che lo sovrasta), costituito da neon bianchi sospesi in aria a formare una grande geometria a stella, ispirata alla pianta di Sforzinda, la città ideale progettata dal grande architetto rinascimentale fiorentino Antonio Averlino, detto Filarete, attorno al 1465.

L’idea di Uberti è stata quella di creare un’esperienza sensoriale, generata dal contrasto tra la modernità hi-tec della luce al neon (simbolo della vitalità delle città notturne contemporanee) e le forme geometriche arcaiche dello spazio rinascimentale. "Una città ideale ed infinita che ha al centro l’uomo, che è ancora capace di sognare, che ritorna a guardare in alto."

 

Il progetto, uno degli eventi più attesi del Fuori Salone del Mobile di Milano, prodotto da Fondazione Stelline in partnership con Genworth Financial, sarà visibile fino al 16 ottobre.
Sono previsti altri eventi collaterali legati al tema della città ideale.

Il sito http://www.unacittapossibile.com è anche la base di una community che ruota intorno al tema della città ideale, proponendo anche un concorso di idee.

 

Dreams of a possible city – Tendente infinito
Dal 16 aprile al 16 ottobre 2008
Chiostro della Magnolia
Fondazione Stelline
corso Magenta 61
20123 Milano
http://www.stelline.it/

Gallerie fotografiche
http://www.artsblog.it/galleria/fondazione-stelline-milano-massimo-uberti/1
http://www.clponline.it/mostre.cfm?idevento=7A2189A4-0C6A-7408-E21B09407F6B6893

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *