Un saluto a Manfredo Traini

Ho conosciuto Manfredo Traini che non erano ancora gli anni settanta, ho imparato con lui che il lavoro deve per prima cosa essere passione ed entusiasmo. Manfredo mi ha insegnato la magia della luce e come tutto ruoti intorno a essa, come le falene intorno alla fiamma.

Ho condiviso con lui i momenti più belli della giovane editoria di settore, quando ILLUMINOTECNICA era l’unica rivista che parlasse di luce e le nostre aziende erano all’apice del mercato internazionale.

FotoTraini

Manfredo era padre orgoglioso della sua rivista e il mondo dell’illuminazione gli riconosceva questo ruolo di pioniere… tutti lo conoscevano, tutti lo amavano e stimavano per quel suo modo di divertire e divertirsi facendo cose serie, per quella sua aria da ragazzo scanzonato che faceva giochi di prestigio e che sapeva parlare al cuore delle persone anche quando lavorava.

Traini ci ha lasciato in questi giorni, un anziano signore, certo, ma che non avremmo mai voluto perdere.

Adesso le parole in suo ricordo, invece che sulla carta stampata che lui tanto amava, le consegno al web, come fossero le preghiere che sventolano appese ai monasteri tibetani… nella speranza che arrivino alle persone che l’hanno conosciuto e apprezzato e si fermino nel loro cuore.

Così Manfredo e la sua voce rimarranno ancora un po’ con noi.

Daniela Zamboni, sviluppo commerciale e diffusione di eLight e Illuminotecnica.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

2 commenti su “Un saluto a Manfredo Traini

  1. Buon giorno Daniela,
    sono Lorenzo Frixione e sento il dovere di darle delle spiegazioni sul commentario che le ho inviato ieri visto che io e mia sorella Emanuela non sapevamo della morte di Manfredo e solo leggendo il suo articolo ieri per internet. Manfredo era molto amico di mio padre Silvio anche lui scomparso nel 1990 e dopo la morte di mio padre che già si era trasferito ad Alghero terminando la sua attività di dentista, i contatti con Manfredo si sono diradati. In ogni caso questa notizia ci ha molto rattristati visto che noi, anche se piccoli, abbiamo sempre avuto un piacevole ricordo di Manfredo. Gradiremmo avere la possibilità di contattare Ornella se lei ci potesse aiutare. Ringraziandola aspettiamo una risposta. Lorenzo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico