Verso la Smart city: l’efficienza energetica nell’illuminazione pubblica

Il workshop  “Verso la città sostenibile: dal Progetto Lumière alla Smart city” (tenutosi ieri, 11 luglio 2011, a Palermo, nell’ambito del Progetto Lumière) ha affrontato i temi della sostenibilità energetica e ambientale per le città. Obiettivo principale: una maggiore efficienza nell’illuminazione pubblica. Il workshop è stato organizzato dall’ENEA e dalla Provincia di Palermo, in collaborazione con SO.SVI.MA. Spa (Agenzia per lo Sviluppo Locale delle Madonie).

 

Il Progetto Lumière in favore dei Comuni Italiani risponde alle loro esigenze. Tra queste esigenze c’è quella di ridurre i consumi energetici degli impianti di illuminazione pubblica, una delle maggiori voci della pesa energetica: a livello nazionale il 16% del totale dell’energia elettrica consumata, di cui il 12% costituito dall’energia elettrica consumata dall’ente locale.
L’obiettivo di Lumière, oltre alla riduzione dei consumi di energia elettrica degli impianti d’illuminazione pubblica, è la loro riqualificazione in senso innovativo. Il Progetto intende infatti stabilire un legame tra il mondo della ricerca e dell’innovazione tecnologica e gli enti locali interessati a favorire la trasformazione delle Città e dei Comuni italiani in “smart city”, città intelligenti, realizzando contesti urbani dove lo sviluppo sostenibile si coniuga con le tematiche energetico-ambientali, ma anche con la partecipazione sociale.

 

I Comuni potranno aderire gratuitamente al Network promosso da Lumière. In questo modo potranno:
– “assumere“ un team di consulenti, pubblici e privati, esperti in soluzioni innovative,
 programmare azioni di riqualificazione energetica dei propri impianti di illuminazione pubblica, 
 riducendo i costi e le emissioni di CO2 in atmosfera, 
 acquisendo anche una maggiore competenza nella gestione energetica del territorio.

 

In questo modo  si può realizzare  un modello tecnologico sperimentale d’illuminazione pubblica efficiente che può essere facilmente replicato da altri Comuni, anche per consentire la fruizione da parte dei cittadini, utenti dei servizi innovativi (“smart services”).
All’incontro di oggi hanno partecipato tra gli altri, oltre ai ricercatori ENEA Nicoletta Gozo e Mauro Annunziato, il presidente della Provincia regionale di Palermo Giovanni Avanti e la senatrice  Simona Vicari.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico